Pubblicato in: Italy

VITERBO, la città delle fontane, delle terme e dei Papi

Pur essendo un’amante dei viaggi in aereo, quest’estate ho riscoperto i vantaggi dei viaggi in macchina (non andando troppo lontano però). Come ogni anno cerco di organizzare un viaggio con la mia famiglia. È stato con loro che per la prima volta ho fatto un viaggio in macchina attraversando l’Italia da sud a nord. Ero piccola, avevo 5 anni, eppure ricordo la bellezza del fermarsi ogni giorno in un posto diverso. Quest’anno la meta non è stata troppo distante: Viterbo.

Viterbo è la città dei Papi, delle fontane e delle terme. Forse non viene molto considerata dai turisti perché si sa, nel Lazio c’è Roma, la capitale e diciamoci la verità anche due aeroporti. Viterbo non dista nemmeno un’ora da Roma, ma per potersi spostare e godere anche delle terme di questa zona la cosa migliore è avere una macchina. Nel prossimo futuro si spera si possa realizzare il progetto di aprire il terzo aeroporto del Lazio proprio a Viterbo.

DOVE SOGGIORNARE A VITERBO: L’HOTEL SALUS TERME

La nostra idea di viaggio era quella di conciliare il relax alla cultura ed è per questo che abbiamo deciso di soggiornare all’Hotel Salus Terme che si trova fuori dal centro di Viterbo. È il luogo perfetto per fare le terme (comprese nella struttura alberghiera e nel prezzo della stanza), visitare Viterbo ed anche altre località limitrofe.

IMG_4470.JPG

IMG_4554.JPG

IMG_4245.JPG

L’Hotel Salus Terme è un albergo a 4 stelle, comprende un centro benessere con spa, palestra, diverse sale relax, piscine termali interne ed esterne, sauna, docce emozionali, pool bar e ristorante. È un luogo molto rilassante in cui trascorrere dei giorni dedicati alla cura del corpo e della mente. In tutta la struttura termale ci sono dispensatori di acqua con menta e limone e tisane di ogni genere. Peccato non aver potuto usufruire di una delle piscine più belle che, durante tutto il nostro soggiorno, era in ristrutturazione (abbiamo soggiornato presso l’Hotel Salus terme dall’17 al 20 luglio in piena stagione estiva ed abbiamo notato anche altri lavori di ristrutturazione e manutenzione della struttura). Una delle cose che più mi è piaciuta dell’Hotel Salus Terme è stata la colazione e la sua vasta offerta, per tutti i gusti. Dal latte di riso a quello di soia, cornetti vegani, tisane calde e fredde, svariati tipi di tè, dolci, frutta e tantissimo altro.

IMG_4271.JPG

 

Non inclusi nel prezzo della stanza sono i trattamenti presso il centro benessere, come il Ritual Massage per rilassare tutto il corpo che è stato la ciliegina sulla torta del mio soggiorno presso l’Hotel Salus Terme.

 

IMG_4358.JPG

IMG_4247.JPG

VITERBO LA CITTA’ DEI PAPI, DELLE FONTANTE, DELLE TERME E DI SANTA ROSA

Viterbo è ricca di tradizione, le mura che cingono il centro della città trasudano di storia e di leggende, come quelle che caratterizzano alcuni dei ristoranti più famosi della città di cui vi parlerò dopo. Viterbo inizialmente non mi è sembrata una città molto vivace e movimentata, forse perché l’ho visitata in giorni infrasettimanali o in orari sbagliati, ma poi ho capito dove si nascondevano le persone del luogo e i turisti, nei ristorantini e nelle vinerie molte delle quali hanno i tavolini all’aperto o nelle piazzette che si aprono tra i palazzi medioevali e le fontane che sono un simbolo di tutta la città.

IMG_4326.JPG
Piazza San Lorenzo-Cattedral
IMG_4332.JPG
Loggia dei Papi-Piazza San Lorenzo

Viterbo va capita, esplorata, respirata. È un salto indietro nel tempo e precisamente nel Medioevo, sembra proprio che alcune cose non sono mai cambiate. Come tante altre cittadine vive di tradizioni e feste che la popolano soprattutto in precisi periodi dell’anno. In questo caso sto parlando della festa di Santa Rosa che si festeggia il 3 settembre. Viterbo è detta, infatti, la città di Santa Rosa. Ogni anno per l’occasione viene costruita una macchina alta molti metri e pesantissima che viene portata a mano per le strade della città fino al raggiungimento della chiesa dedicata alla Santa (mi propongo di tornare a Viterbo in occasione di questa festa, dicono che è un’esperienza davvero unica). Penso che Viterbo non sia ben pubblicizzata ai turisti, ho notato carenza di indicazioni nel centro della città e difficoltà nel parcheggiare (attenzione alle ZTL e agli orari in cui è vietato attraversare le vie del centro con la macchina). Peccato non aver trovato negozietti con prodotti tipici.

IMG_4488.JPG
View from Palazzo Priori

COSA VEDERE A VITERBO

Ecco a voi un piccolo itinerario per visitare Viterbo in un pomeriggio (o in un’intera giornata a seconda delle vostre esigenze). Visitare Viterbo al tramonto è stato bellissimo, le luci rosa, gialle ed arancioni hanno dato un aspetto ancora più bello ai monumenti storici della città. È come se con il tramonto tutto diventa più suggestivo.

PARCHEGGIARE A PIAZZA DEI MARTIRI D’UNGHERIA, SALIRE CON L’ASCENSORE A PIAZZA SAN LORENZO ED ARRIVARE A PIAZZA DELLE ERBE

YDXJ1209.jpg
Valle Faul

Per chi arriva con la macchina il parcheggio migliore è quello che si trova a Piazza dei Martiri d’Ungheria (1,50 all’ora), da qui si può godere di un bellissimo panorama, il palazzo dei papi con la sua bellissima loggia. Scendendo con l’ascensore si arriva a Valle Faul. Da qui potete raggiugere un’altra ascensore che vi porterà direttamente a Piazza San Lorenzo, incorniciata dalla cattedrale di San Lorenzo e dalla loggia del palazzo dei Papi. Proseguendo per le vie della Viterbo medievale si raggiunge Piazza della Morte, oltre il ponte che richiama un’atmosfera antica. Qui una delle prime fontane, una delle tante che caratterizzano la città. Proseguendo per via san Lorenzo si arriva a Piazza del Plebiscito con la torre dell’orologio. A sinistra il palazzo dei Priori, dovete assolutamente entrare per godere del bellissimo panorama. Poco più avanti Piazza delle Erbe e Corso Italia, la via dello shopping. Proprio alla fine del corso principale sulla destra la salita che porta alla Chiesa di Santa Rosa.  Percorrendo Via Matteotti vi ritroverete nuovamente a Piazza Martiri d’Ungheria.

YDXJ1184.jpg
Piazza San Lorenzo
IMG_4596.JPG
Valle Faul
IMG_4463.JPG
Torre dell’orologio-Piazza del Plebiscito
IMG_4301.JPG
Piazza delle Erbe

Mi raccomando indossate scarpe comode per visitare la città, i tacchi sono proibiti 😛

(L’ascensore è sempre gratuito).

COSA MANGIARE A VITERBO

Un viaggio in una nuova città non si può dichiarare completo se non si assaggiano le prelibatezze del luogo. A Viterbo abbondano le pietanze da dover assaggiare. La Tuscania è la terra dell’olio, delle castagne e delle nocciole. Provate la nellina (simile alla nutella fatta con le nocciole del luogo), biscotti secchi: tozzetti, croccante al cioccolato, ciambelline al vino e all’anice. Nel periodo delle castagne è da provare la zuppa di ceci e castagne, acquacotta, lombrichelli (tipo di pasta del luogo) con vari condimenti, zuppa di agnello e gnocchi al ferro.

DOVE MANGIARE A VITERBO

Di seguito i ristoranti in cui ho mangiato a Viterbo.

TRE RE (Via Macel Gattesco 3, proprio vicino a Piazza delle Erbe, troverete le insegne)

Vi ricordate quando vi ho detto che le leggende a Viterbo caratterizzano anche i ristoranti? Infatti questo è uno di quelli. È una trattoria nata nel 1622. La sua insegna era un dipinto raffigurante tre Re, dipinta da un artista paesano. Si dice che se la tocchi porta fortuna ed oggi si trova all’interno del ristorante. Io ovviamente non mi sono fatta scappare l’occasione e l’ho toccata. Menù molto vario e soprattutto legato alla tradizione. Abbiamo provato un antipasto misto della casa per assaggiare le pietanze tipiche tra cui formaggi con miele, noci e pesche, lombrichelli alla viterbese (praticamente all’amatriciana), gnocchi al pomodoro, pasta zucchine e pecorino e maiale.

Locale molto caratteristico, personale molto gentile, lo consiglio per assaggiare la vera cucina della Tuscia. Ottimo rapporto qualità prezzo, in 4 con antipasto misto, tre primi ed un secondo, acqua e coperto 44 euro.

IMG_4466.JPG

IMG_4321.JPG

IL MONASTERO (Via Fattungheri 8, dopo Piazza della morte scendendo per via San Lorenzo troverete una traversa sulla destra, in corrispondenza di Piazza del Gesù che vi condurrà alla pizzeria).

Essendo abituata a mangiare la pizza verace napoletana ero un po’ titubante ma la storia della pizza su due piatti, da loro chiamata bipizza, mi ha incuriosito troppo e allora ci siamo seduti in questo ristorante. Anche qui c’è una leggenda, quella di un monaco che si era fermato in città ad aiutare i ribelli in rivolta contro Federico II. Lui aiutava a razionare il cibo e da un solo impasto riusciva a realizzare una focaccia molto grande. Poi, un pizzaiolo decise di provare a ricreare la stessa focaccia, facendola diventare anche pizza, la pizza su due piatti e chiamò il suo ristorante il Monastero, in onore del monaco. Dal menù non si capisce molto bene cosa bisogna ordinare per avere la bipizza ma io vi faciliterò la scelta. Ogni pizza che viene servita è doppia (la fattezza è quella di una tipica pizza sottile romana ed equivale quasi alla grandezza di due pizze) e puoi scegliere due gusti. Il conto? La media dei due gusti che hai scelto. Per me bipizza margherita e patate. Se volete un formato normale allora potete prendere la focaccia. Locale molto caratteristico in cui consiglio di trascorrere una serata viterbese. Ottimi prezzi, in quattro persone, 3 bipizze, una focaccia, acqua e un litro di birra poco più di 10 euro a testa.

IMG_4494.JPG

LA PICCOLA TRATTORIA DA PATRIZIO (Via della Cava 50, nei pressi di Piazza della Rocca dove è possibile parcheggiare)

Un piccolo ristorante in cui mangiare del buon cibo genuino senza troppe pretese a prezzi adeguati. Le mie pennette all’orto erano davvero molto buone, così come la carne mista alla griglia assaggiata dai miei. Menù primo, secondo, contorno, dolce ed acqua 15 euro.

ANTICA LATTERIA (Via della Verità 25, potete arrivarci a piedi da Piazza delle Erbe facendo un tratto di strada in salita, via dell’Orologio Vecchio, fino al raggiungimento della gelateria che si trova sulla strada che si dirama alla vostra sinistra).

Non può di certo mancare il gelato presso l’Antica Latteria, il migliore di tutto Viterbo. Nella zona della Tuscia sono famose anche le ciliegie e oltre alla crostatina di visciole trovate anche il gusto gelato. Da assaggiate ricotta della Tuscia e schiaffo del papa con nocciola e cioccolato.

IMG_4337.JPG

Durante il mio soggiorno a Viterbo ho anche visitato Capodimonte facendo un tour del Lago con Naviga Bolsena.

Non perdetevi il mio prossimo post dedicato ad un luogo unico al mondo!

ENGLISH

IMG_4314.JPG
Piazza del Plebiscito

I really like journeys by plane but this summer I’ve rediscovered the advantages of travelling by car. When I was a child my first trip was by car, I was only 5 but I remember the excitement of stopping over in different places every day. This time my family trip lead us to Viterbo.

Viterbo is called the city of the fountains, of the Popes and of the thermal baths. It is located in the so called Tuscia area, in Lazio not far from Rome. Maybe it’s not always known as a destination to spend holidays but I have learnt a lot about Viterbo and its history.

IMG_4481.JPG

ACCOMODATION IN VITERBO: HOTEL SALUS TERME

IMG_4276.JPG

IMG_4532.JPG

Our idea was to relax and at the same time to discover new places. So the best place to stay in Viterbo was Hotel Salus Terme. It is famous for its thermal baths (included in the price of the room) and it’s not far from the city center. It’s a four star hotel with Spa, thermal baths, hot and cold swimming pools, standard, a gym, a pool bar and a restaurant. It’s a place where you can go to relax. One of the things I liked the most was the continental breakfast. There were a lot of different products also vegan and gluten free. Unfortunaly, one of the swimming pool was closed. I ended my stay at Hotel Salus Terme with a Ritual Massage.

IMG_4252.JPG

IMG_4292.JPG

IMG_4560.JPG

VITERBO THE CITY OF FOUNTAINS, POPES AND OF SAINT ROSA

Viterbo is full of traditions, the city center is surrounded by the walls of the ancient town. There are a lot of legends above all the ones that concern the stories of the restaurants. Viterbo was a medieval city, you can still feel its ancient past. It doesn’t look so vivid but maybe because I have visited it during week days. I have discovered that most of the people were in the restaurants, in the bar and wineries with tables in the squares with characteristic fountains (the symbol of Viterbo).

IMG_4462.JPG

Viterbo, as other cities, especially in the South of Italy has it religious traditions. On the 3rd September is Saint Rosa the most important celebration in Viterbo. There is a big statue (build every year) that is dragged by men on their shoulders around the city until getting to the church. I’d like to come back in this occasion because they told me that it’s an unique celebration.

IMG_4316.JPG
The lion with the palm the symbol of Viterbo

SIGHTSEEING IN VITERBO

I would like to advice you the best way to visit Viterbo. The best thing to do, if you travel by car, is to park close to the walls of the city. There is a good parking area in Piazza dei martiri d’Ungheria (1,50 per hour). Here there is a beautiful belvedere, you can enjoy the best view of the famous Loggia dei Papi. Going down by the elevator you can reach Valle Faul and here there is another elevator that leads you directly in Piazza San Lorenzo with the Cathedral and the Pope building. Walking in the medieval Viterbo you can see Piazza della morte, Piazza del Plebiscito with the tower and Piazza delle Erbe. Don’t forget to enter in Priori Building (in Piazza del Plebiscito) because there is a beautiful view. After Piazza delle Erbe there is Corso Italia (the shopping street) and at the end, if you turn right, at the top of a hill, there is Saint Rosa church.

IMG_4468.JPG
Piazza San Lorenzo

IMG_4482.JPG

IMG_4484.JPG
View from Palazzo Priori

I have visited Viterbo at the sunset and there was a very beautiful light, there were a few people and the temperatures were good to go around. Some tips for you: if you like walking you’ll be able to visit Viterbo in an afternoon. It’s better if you wear comfy shoes (trainers would be perfect). I think that heels are forbidden because of the street in the city center (of course I was kidding but wearing heels to visit Viterbo it’s not the best idea).

EATING IN VITERBO

TRE RE (Via Macel Gattesco 3)

Close to Piazza delle Erbe there is this typical restaurant that has a legend connected to its original sign. Now it is inside, it’s a picture of three Kings and the legend says that if you touch it you’ll be lucky (I did it, of course!). Prices are good and the food is delicious. You must try Lombrichelli, the typical kind of pasta in Viterbo. Then there are a lot of meat, cheese and vegetables dishes.

IMG_4320.JPG

IMG_4318.JPG

IL MONASTERO (Via Fattungheri 8)

This is another restaurant connected to a legend, the one of the monk who during a riot, cooked a double focaccia bread for everyone. This had become a double pizza that you can taste at Il Monastero. It is typical, located not far from Piazza della morte and the pizza is the Roman typical one. Prices are really good and I’m sure you’ll enjoy it.

IMG_4599.JPG

LA PICCOLA TRATTORIA DA PATRIZIO (Via della Cava 50 near Piazza della Rocca)

Anoher typical restaurant where you can taste the typical Italian cuisine. There is the menu: starter, main course, side dish and dessert 15 euros.

ANTICA LATTERIA (Via della Verità 25, if you are in Piazza delle Erbe coming from Piazza del Plebiscito, turn right in via dell’Orologio vecchio and you’ll get to Via della verità on the left).

Here you can taste the best ice-cream in Viterbo. If you come to Italy you can’t leave without eating an ice-crem. I am really addicted to it. I liked these 2 flavours: schiaffo dei papi and ricotta della Tuscia.

IMG_4335.JPG

Enjoy your stay in Viterbo.

YDXJ1187.jpg

Stay tuned, my next post we’ll lead you in an unique place in the world!

 

Potrebbe interessarti/You might be interested in

NAVIGA BOLSENA-LAZIO-TUSCIA

 

 

Annunci

16 pensieri riguardo “VITERBO, la città delle fontane, delle terme e dei Papi

  1. Che belle foto! Mi piacerebbe molto fare un giro a Viterbo una volta o l’altra, mi salvo il link così da sapere dove mangiare e dormire, grazie! Molto bella la Loggia dei Papi!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...