Pubblicato in: Roma

ALTAROMA

Si è conclusa un’altra edizione di Altaroma e questa volta non pensavo davvero che avrei avuto l’opportunità di parteciparvi. Ed invece, ho avuto anche il mio primo accredito in quanto blogger. Vorrei raccontarvi delle sfilate alle quali ho assistito, le mostre che ho visitato e tutto quello che si cela dietro questo evento mondano romano.

YDXJ0852.jpg

Altaroma non è solo bei vestiti, prime file, foto, personaggi famosi da incontrare durante i vari eventi, pranzi, cene etc. Altaroma è molto di più e va al di là di ciò che si vede attraverso i profili social di molte persone “popolari” che frequentano questa manifestazione di moda. Con gli anni e con il passare delle edizioni ho notato che sempre di più si dà importanza a chi non partecipa attivamente all’evento, a chi non scrive per nessuna testata, a chi non scatta foto, a chi non se ne intende, a chi vuole solo farsi notare, cambiare look ogni giorno (a volte anche per ogni sfilata) e usufruire di un soggiorno gratuito a Roma, chi non lo vorrebbe? Penserete che anche io ho poco a che fare con questo mondo, ma almeno scrivo, mi documento e cerco di parteciparvi attivamente, al meglio delle mie possibilità. Da sempre accompagno mia sorella giornalista e da sempre cerco di apprendere, di osservare, scrutare e migliorare. Ed ovviamente, la colpa non è di chi cerca di approfittarsene ma di chi glielo permette, ovvero l’organizzazione di Altaroma. È brutto dover vedere persone di un certo rilievo che devono svolgere il loro lavoro in terze, quarte file o addirittura in piedi.

IMG_3772.JPG

Ma, al di là di questa piccola polemica che dopo anni ho deciso di tirar fuori ecco il mio resoconto dell’edizione estiva di Altaroma.

IMG_3737.JPG

IMG_3777.JPG

RANI ZAKHEM

IMG_3854.JPG

La sfilata di Rani Zakhem è sempre una conferma, non manca mai ed ogni volta mi stupisce e mi fa sognare. Spero di poter indossare un giorno, e magari in un’occasione speciale, un vestito di Zakhem. In questa edizione la sua collezione oltre che avere l’ispirazione tradizionale di sempre, da omaggio alle stelle che sono considerate il simbolo dell’immaginario femminile. I materiali utilizzati per i suoi abiti sono: seta, chiffon, tulle e raso. I suoi abiti sono un’esplosione di luce, tempestati quasi sempre di paillettes e questa volta ancora di più, richiamando il tema e l’iconografia della stella. E come sempre il finale è dedicato all’abito da sposa, una modella immersa nel tulle e nel bianco del suo abito speciale. Rani Zakhem è sempre una garanzia di Altaroma.

IMG_3879.JPG

IMG_3861.JPG

I’M ISOLA MARRAS

Quest’anno credo di aver partecipato alla sfilata più particolare di tutte, quella del figlio di Antonio Marras, Efisio Rocco Marras. Mi ha sorpreso, stupito e divertito. Mi ha fatto riflettere al di là della considerazione che viene sempre fatta sulla collezione di abiti che viene presentata durante una sfilata di moda. La visione di Rocco Marras è quella della nuova generazione, lui diventa la voce contemporanea del marchio della famiglia. Si ispira al film Lèon di Luc Besson e ai manga. Lo si può notare immediatamente da come sono vestite le modelle. Vincono i dettagli e vince l’androginia. Non ci sono solo modelli e modelle che sfilano ma anche coloro che interpretano una parte. È difficile da poter descrivere a parole, perché per capire davvero l’euforia di questa sfilata avreste dovuto parteciparvi. Ad ogni modo, attraverso foto e video potrete assaporare un po’ di quello che ho visto dal vivo. Ho apprezzato molto la novità di questa sfilata, qualcosa che mancava ad Altaroma, anche se non ho apprezzato l’utilizzo di armi finte, in un periodo storico politico così difficile possono essere mal interpretate e comunque per me sarebbe meglio non usarle.

IMG_3920.JPG

WHO’S ON NEXT

Per la prima volta in ben 9 edizioni di Altaroma sono riuscita a partecipare a Who’s On Next, l’evento più atteso dell’edizione estiva. È sempre bello poter vedere giovani talenti che cercano di realizzare i propri sogni credendo nel proprio lavoro. Presieduto da Silvia Venturini (Fendi), in precedenza da Carla Sozzani, in collaborazione con Vogue, questo contest dà l’opportunità a nuovi designer emergenti di farsi conoscere, di sfilare e di crescere. Sembrerà strano dirlo adesso ma il vincitore è stato proprio quello che mi aspettavo. La sua sfilata mi ha colpito davvero molto, sia per come le modelle sono state presentate in passerella sia per la collezione di capi che indosserei molto volentieri. Sto parlando di Act n.1, brand fondato da Luca e Galib, due ragazzi con due culture differenti che hanno deciso di fonderle all’interno di questo marchio omaggiando la multiculturalità e mettendo l’infanzia al centro dell’identità del brand. Si può dire che Act n.1 è un’interpretazione contemporanea delle tradizioni artigianali. Ispirazioni della collezione Spring/Summer 2018 che hanno presentato in occasione di Altaroma sono il paravento cinese che Luca e Galib trovavano nelle loro case e i tappeti tradizionali della famiglia del periodo sovietico degli anni ’90. E così abbiamo jeans e tailleur destrutturati, seta e cotoni pesanti.

IMG_3744.JPG

IMG_3755.JPG

IMG_3974.JPG

ERKAN CORU

Non conoscevo questo stilista prima di prendere parte alla sua sfilata, ma devo dire che mi ha molto sorpreso. Solitamente, quando assisto ad una sfilata mi concentro su diverse cose, sulla musica che dà il ritmo a tutto lo show, su come le modelle vengono presentate (trucco e capelli) e, ovviamente, sulla collezione. Di Erkan mi è piaciuto tutto, ma soprattutto lo stile che richiama la Turchia, sua nazione di origine. Profondi spacchi dei pantaloni con ampi volumi ariosi e varie fantasie dipinte sono il tema di questa sfilata che è come una sorta di viaggio metaforico attraverso la “via della seta”.

IMG_3984.JPG

THE LOOK OF THE YEAR

È stato l’ultimo evento di questa edizione di Altaroma cui ho preso parte, durante il quale ho avuto modo di assistere alla sfilata di Antonella Rossi, un’altra garanzia di Altaroma, è stata la prima vera sfilata a cui ho preso parte.

IMG_4032.JPG

MOSTRE IN OCCASIONE DI ALTAROMA

DROPS OF ITALIAN GLAMOUR

Presso la location di quest’anno ovvero Guido Reni District sono state allestite diverse mostre. Drops of Italian Glamour è sbarcato a Roma e comprende ben 40 abiti selezionati dall’archivio di Quinto Tinarelli, uno dei più grandi di Europa. È il trionfo e la celebrazione del Made in Italy in una sola mostra. Abiti di Valentino, Balestra, Gattinoni e Prada, Fendi e Armani. Abiti che sono stati indossati anche da personaggi del cinema ed icone della musica. Questa è la mostra che senza dubbio mi è piaciuta di più, non solo per i bellissimi abiti da ammirare ma anche per l’ambiente che è stato ricreato in occasione dell’esposizione.

IMG_3882.JPG

IMG_3888.JPG

A.I. PROVE TECNICHE DI TRASMISSIONE: A.I. ARTISANAL INTELLIGENCE

IMG_3991.JPG

Questa mostra è una costante di Altaroma e quest’anno per la prima volta celebra non solo il lavoro dei nuovi fashion designer e artigiani, ma anche dei costumisti che si sono formati a Roma e che iniziano il loro viaggio nel mondo della moda. Un allestimento davvero molto interessante, in uno spazio aperto e non ben definito.

YDXJ0900.jpg

VANITAS: L’abito tra sacro e profano.

La mostra comprende l’esposizione di una parte della collezione privata di opere artistiche di una famiglia di storici dell’arte. Questa parte di collezione comprende ritratti a soggetto sacro e profano ed abiti ecclesiastici. “Vanitas è il racconto dell’evoluzione del costume e del processo di differenziazione dell’abito, quale segno esteriore discriminante e identificativo del ruolo sociale e che nel ritratto rintraccia la forma di catalogazione più attendibile”.

IMG_3891.JPG

COSA HO IMPARATO IN 5 ANNI DI ALTAROMA?

IMG_4057.JPG

  • È impossibile poter partecipare a tutti gli eventi perché sono davvero tanti e dislocati in tutta la città.
  • Si corre sempre da una parte all’altra per cercare di assistere a più sfilate possibili e l’unica cosa che si desidera è il dono dell’ubiquità.
  • Le prime file non sempre sono occupate da persone importanti che contribuiscono attivamente all’evento.
  • Le location non sono sempre all’altezza.
  • Se ne vedono davvero di tutti i colori.

Non so se riuscirò a partecipare alla prossima edizione di Altaroma, ma sono sicura che porterò nel cuore anche questa edizione che si è appena conclusa. L’emozione che provo quando le luci si spengono, la musica inizia e la prima modella inizia a sfilare è sempre unica. Mi viene la pelle d’oca perché, in fondo, sono sempre stata attratta da questo mondo e quando vedo le modelle sfilare un po’ vorrei essere anche io su quella passerella.

IMG_4039.JPG

Arrivederci Altaroma!

ENGLISH

IMG_3769.JPG

Another edition of Altaroma came to an end and I didn’t believe that I would have been able to take part in it. And then, this time, I had my first bagde as a blogger. I’d like to tell you more about this experience, the fashion shows and the exhibitions.

Altaroma is not only beautiful dresses, first rows, photos and celebrities there is more behind the scenes and during these years I have learned a lot! I don’t want to be polemic but there are a lot of people that sit in the first rows but that are not interested in the fashion shows, in the job of the designers and they are in Rome only to enjoy a free stay. Who doesn’t want it? There are photographers, editors and other important people who work for Altaroma, for fashion magazine and so much more that are considered less important than the “celebs” who do nothing.

IMG_3773.JPG

But expect this I just want to focus on this edition of Altaroma.

RANI ZAKHEM

IMG_3837.JPG

Rani Zakhem is always a confimation at Altaroma. I really like his style and his fashion shows. This one was inspired by the symbol of the eternal feminine: the star. This theme is mixed with his constantly inspiration of the great balls of the Hollywood Golden Age. This collection is full of light, silk organza, chiffon, tulle, satin organza dresses and of course a fall of stars. And in the end, as always, the wedding dress, a beautiful bride white as the snow this time crossed by a lot of stars.

IMG_3846.JPG

IMG_3859.JPG

I’M ISOLA MARRAS

This year I took part in the craziest fashion show I have ever been to, the one of I’m Isola Marras, Efisio Rocco Marras, the son of Antonio Marras. His view is the one of a new generation, he his the contemporary view of fashion of his family. His collection Spring/Summer 2018 is inspired by the heroine of Luc Besson’s iconic film Lèon and Manga artwork. There is the idea of youth that meets the one of punk. There are bomber jackets, pierced silver fabrics and combat boots. I really enjoyed this runaway, because it was more than a fashion show it was a real show! I think that Altaroma needed something new like I’m Isola Marras!

IMG_3903.JPG

WHO’S ON NEXT?

This is the first year I had the chance to attend Who’s on Next organized by Vogue Italia. It is the best occasion to discover new designers that believe in what they do. They have a dream and this event try to help them in achieving it. I really liked all of them but in particular the one who won Act n.1 (I know you won’t believe me but since the beginning of their fashion show I knew they would have won!)

IMG_3760.JPG

IMG_3761.JPG

EXHIBITIONS

YDXJ0903.jpg

Altaroma is also exhibitions organized for this event. Those I have visited are: Drops of Italian Glamour, A.I. Artisanal Intelligence and Vanitas.

The most beautiful was Drops of Italian Glamour, because I had the chance to see some of the most beautiful dresses used by actress and celebrities in general made by the greatest Italian designers.

IMG_3889.JPG

IMG_3885.JPG

WHAT I HAVE LEARNED IN 5 YEARS OF ALTAROMA?

  • It’s impossible to take part in every fashion show and event during the edition of Altaroma.
  • You are always in a hurry to reach the different location or to change your clothes in time for the next fashion show.
  • Not always the location is good enough for this event.
  • The organization is always lacking

IMG_4056.JPG

IMG_4055.JPG
Special guest:Dalì
IMG_3784.JPG
With my fashion sis RitaTalks

GOODBYE ALTAROMA!

Short video about my experience at Altaroma! Enjoy it!

Annunci

25 pensieri riguardo “ALTAROMA

  1. st’inverno avevo pensato che volevo venire a quella di quest’estate, ma poi x vari problemi non sono potuta venire quindi non ho richiesto l’accredito …. ma st’inverno parterciperò sicuramente 🙂
    Se ci sarai mi farà piacere conoscerti 😀

    Liked by 1 persona

  2. un bel resoconto, brava. Io quest’anno da blogger ho passato. Questa è la tua prima volta, i tuoi discorsi li ho letti tante volte e li ho scritti io per prima. Purtroppo la manifestazione è sempre meno interessante e sempre più piena, come scrivi tu, di contorni poco interessanti. Ma confido sempre nella mia bella Roma: che rinasca lei e la manifestazione!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...