Pubblicato in: Europe

Titanic&Liverpool the untold story

One of my all-time fav film is Titanic, this is not connected to its 11 Oscar won or the great love story (that I can’t deny it’s really touching) but it’s because of its tragedy and story.

I have seen the film more than 20 times in my life since I was 8, in Tv, Vhs, Dvd and also at the cinema in 3D when it came out for the second time. I have read a lot of books to know more about the story that James Cameron let me know in 1997.

Titanic was built in Belfast and left from Southampton for New York, so maybe you didn’t know its connection with the city of Liverpool. I didn’t know before my visit to Liverpool when I discovered that the ship was registered in Liverpool, and so carried the city’s name on her stern.

In my drawer of dreams there is the aspiration to see the real Titanic under the Atlantic Ocean. Who knows maybe someday this dream will come true. For now I have visited a beautiful exhibition in Liverpool that made me understand more about this tragedy. It is at the Merseyside Maritme Museum. Visiting the museum, looking at the evidences of the Titanic I thought about all the people that in that night died for an accident for an iceberg that the ship struck on Sunday 14 April 1912. On board there were 2208 passengers, including the crew of 882. It was the largest ship in the world at that time and she had only 20 lifeboats that could only carry about half of the people on board! I think you remember the scene in which Rose showed her concern about the small amount of lifeboats. James Cameron used real names, names of people that unfortunately were on that ship, that survived or died.

IMG_20170201_105209.jpg

IMG_20170201_105638.jpg

IMG_20170201_111001.jpg

In the exhibition you can see all the lists of passengers and of course there are more dead people than alive ones. In that ship there was a small world, peolpe who worked there, who were reaching his family or who were just looking for a better life in America. Most of the people of the third class died and it’s not difficult to understand why this happened. After this tragedy a lot of things changed in navigation even if bad accidents are still happening. There are also other connections with Liverpool. The 8 eroic musicians that you can also see in the movie were recruited in Liverpool, one of them was from Liverpool. Captain Smith (whose death is still not clear) lived in Waterloo, near Liverpool. Titanic’s huge kitchen ranges were made by a compnay in Liverpool.

IMG_20170201_112555.jpg

IMG_20170201_112303.jpg

The exhibition is free. To discover more about the museum and the opening hours here there is the link:

http://www.liverpoolmuseums.org.uk/maritime/events/

 

Titanic è uno dei miei film preferiti e di certo non per gli 11 Oscar vinti o la storia d’amore (non posso di certo negare la bellezza e la commozione della storia d’amore tra Jack e Rose) ma per la reale tragedia che racconta. Ho visto il film un centinaio di volte, in cassetta, in dvd, in tv ed anche al cinema quando uscì in 3D e non mi stanco mai di rivederlo. James Cameron ha descritto alla perfezione una tragedia che fa parte della nostra storia interesecandola con una bellissima storia d’amore.

Grazie a James Cameron nel lontano 1997 ho avuto l’opportunità di conoscere questa storia e non ho mai smesso di informarmi per saperne di più, di leggere, di conoscerne tutti i dettagli. Non sapevo quanto Liverpool fosse connessa al Titanic fino a quando non ho programmato la mia visita nella città inglese al Merseyside Maritme Museum  è possibile visitare una bellissima mostra dedicata al Titanic. Vi chiederete cosa c’entra Liverpool se la nave è stata costruita a Belfast ed è partita da Southampton. Il Titanic è stato registrato a Liverpool ed è per questo che sulla nave c’era il nome di questa città.

IMG_9173.JPG

IMG_9182.JPG

IMG_9178.JPG

IMG_9183.JPG

IMG_9180.JPG

Ma ci sono anche tanti altri collegamenti. Il Capitano Smith viveva a Waterloo, nei pressi di Liverpool. A Liverpool furono ingaggiati gli otto eroici musicisti (che potete vedere anche nel film) che suonarono fino a quando la nave non affondò e la maggior parte dell’equipaggio era di Liverpool. Sulla nave più grande del mondo del tempo vi si trovavano lavoratori, persone che raggiungevano i parenti ed altri in cerca di una vita migliore in America. Nel lontano 1912, esattamente il 14 Aprile, poco prima della mezzanotte il Titanic colpì un iceberg che portò alla morte tantissime delle 2208 persone che erano a bordo tra passeggeri ed equipaggio. Le scialuppe erano solo 20 e non potevano portare in salvo nemmeno la metà delle persone a bordo, come sicuramente ricorderete dalla scena in cui Rose mostra la sua preoccupazione per le poche scialuppe presenti.

Questa mostra mi ha davvero affascinato, mi ha fatto conoscere aspetti nascosti e a volte sottovalutati di questa tragedia e la parte più interessante è stata sicuramente la visione dei reperti del Titanic. Uno dei miei sogni chiusi nel cassetto che aspettano di essere realizzati è quello di andare a vedere il vero Titanic sul fondale dell’Oceano Atlantico. Chissà magari un giorno diventerà realtà.

La mostra è gratuita e per conoscere di più visitate il sito uffciale del museo:

http://www.liverpoolmuseums.org.uk/maritime/events/

Annunci

19 pensieri riguardo “Titanic&Liverpool the untold story

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...