Pubblicato in: Europe

Ibiza: the unexpected Island (pt.1)

Questa estate Ibiza è stata davvero una scoperta, un’isola che non avrei mai pensato di visitare avendo un po’ di pregiudizi, per me era l’isola delle discoteche e nient’altro.

Ci sono andata grazie a mia sorella che mi ha regalato questo viaggio e a Ruby Rose. Ero sicura che l’avrei seguita in tour questa estate e più o meno così è stato ma questa volta è stato ancora più speciale perchè ho avuto modo di incontrarla e parlare per un po’.

Se volete organizzare un viaggio a Ibiza dovrete mettere a disposizione un budget abbastanza elevato, non tanto per il volo e l’alloggio quanto per il vivere sull’isola, anche se tutto dipende dallo stile di vita che deciderete di adottare. Io sono partita con circa 300 euro in tasca e devo dire che me la sono cavata piuttosto bene, ma ammetto di essere stata abbastanza oculata e di aver visitato solo una discoteca comprando il biglietto in anticipo online.

Ci sono tante compagnie aeree che portano a Ibiza ed io questa volta partendo da Napoli ho optato per un volo Meridiana (poco più di 200 euro a/r con bagaglio da stiva di 15 chili, davvero un affarone). Per l’alloggio io e i miei compagni di viaggio (mia sorella Rita, il suo boyfriend Dario e il nostro amico Valerio) abbiamo deciso di prendere in affitto un appartamento in un complesso di vari appartamenti Apartamentos Lidos, un appartamento con cucina in uno stabilimento con tutte le comodità di un albergo, reception aperta 24 ore su 24, servizio taxi, navette ecc… Abbiamo pagato circa 180 euro a testa per soggiornare 4 notti. L’appartamento era discreto con un balconcino, due letti singoli e un divano letto. Non abbiamo mai utilizzato la cucina perchè essendo in vacanza per pochi giorni abbiamo preferito stare fuori tutto il giorno, girare l’isola e provare le specialità spagnole. Avendo prenotato a meno di 15 giorni di distanza dalla partenza gli hotel risultavano tutti abbastanza costosi e decentrati. Noi alloggiavamo a Ses Figuretes a 20 minuti a piedi dal centro di Ibiza Old Town, a 50 metri avevamo una bellissima spiaggia e il servizio di bus tramite mare che portavano alle principali spiagge e luoghi d’interesse. Una zona tranquilla in cui soggiornare fuori dal caos delle zone più movimentate ma pur sempre collegata via mare o via terra. Se si prenota con molti mesi d’anticipo le offerte su appartamenti, hotel e anche ville in affitto sono sicuramente più vaste. I prezzi dall’altro lato dell’isola ovvero Sant’Antonio sono più bassi ma ci sarà poi bisogno di prendere molti più mezzi per spostarvi e raggiungere le zone più gettonate che si trovano proprio dal lato opposto.

Dall’aeroporto è facilissimo arrivare in centro. Le opzioni sono svariate ma la migliore è decisamente il taxi se si viaggia in più persone. Con soli 15 euro siamo arrivati al nostro appartamento in meno di 15 minuti. Infatti Ibiza pur essendo un’isola abbastanza “expensive” ha un pregio, i taxi sono molti economici e conviene prenderli soprattutto la sera perchè i bus hanno un sovrapprezzo raggiungendo un costo a biglietto di 3,50 euro mentre i taxi condivisi sono decisamente più comodi e veloci. Bisogna tenere in considerazione però che soprattutto nelle zone più affollate come Playa d’en bossa ci sono file molto lunghe per prendere un taxi ma dopotutto il servizio è abbastanza veloce, per essere notturno. Ma si sa che Ibiza vive anche la notte. Mi raccomando non lasciatevi ingannare da chi vuole offrirvi un’altra alternativa di trasporto con un taxi non autorizzato. C’è chi preferisce affittare un’auto ma gli autobus durante il giorno sono molto frequenti e collegano bene tutta l’isola.

Il turismo a Ibiza lo definirei da spiaggia perchè ogni giorno si parte alla scoperta di un’altra spiaggia, di un nuovo luogo di natura incontaminata o di una zona cool in cui farsi un bagno. Infatti, abbiamo dedicato ogni giorno a una spiaggia differente, peccato che non abbiamo potuto completare il nostro giro ma sono sicura che non mancherà occasione il prossimo anno o magari tra due! La spiaggia di Ses Figuretes è molto tranquilla, il mare è pulito ed è l’ideale per trascorrere una mattinata in pieno relax. La spiaggia più bella è sicuramente Playa ses salines, sabbia quasi bianca e acque cristalline. È una zona molto naturale, più si cammina e più ci si immerge nella natura di questi luoghi. Le spiagge sono soprattutto libere e anche se ci sono i lidi, si lascia molto spazio a chi preferisce stendere un asciugamano e prendere il sole senza spendere un euro. Le spiagge sono uno spettacolo. Non ti viene tanta voglia di stenderti, chiudere gli occhi e non pensare a niente perchè c’è sempre qualcosa da vedere e di cui rimanere stupiti, soprattutto se si viene a Ibiza per la prima volta. In spiaggia si può trovare di tutto, dai vestiti ai costumi che vengono indossati dalle venditrici come se fossero ad una sfilata di moda, ai panini, alle enormi macedonie di frutta. Nel pomeriggio si iniziano a preparare cocktail soprattutto mojito e crepes per chi avesse voglia di qualcosa di dolce. Io vado matta per le corone di fiori che vendono (i prezzi non sono proprio da mercatino ma per un bel ricordo di Ibiza ne vale la pena). Ho sempre desiderato indossare fiori nei capelli e a Ibiza potevo farlo per tutto il giorno. Ma la cosa più sconvolgente è la sfilata delle discoteche, vengono presentate in spiaggia le varie serate che ci saranno nelle discoteche così da poter scegliere, ricevere il braccialetto e pagare all’ingresso almeno 10 euro in meno il prezzo del biglietto (di solito se si entra entro un certo orario). Più guardavo le sfilate e più pensavo che magari l’anno prossimo verrò a sfilare per il Pacha o per l’Ushuaia (pensandoci forse potrei lavorare solo per la prima delle due discoteche perchè nella seconda tutte le Pr e ballerine sono davvero strafighe e super super sode e alcune anche super super rifatte). Credo che l’anno prossimo o quando sarà dovrò adeguarmi di più allo stile ibizenco…e arrivare a Ibiza più preparata anche fisicamente! Dai ci scherzo un po’!

Un altro giorno abbiamo deciso di trascorrere una giornata a Playa d’en bossa ma questa volta non alla spiaggia libera ma al lido del fantastico Hard Rock Hotel, l’unico Hotel firmato Hard Rock in Europa. Non potendo permetterci l’intero soggiorno ci siamo accontentati di una giornata trascorsa in pieno lusso su comodi materassi al posto dei soliti lettini. I prezzi non sono per niente alti se si pensa che in Salento si pagano 30 euro per due lettini e un ombrellone. Là ombrellone più lettino costano 20 euro ed hai tutto il comfort che desideri (Il lido si chiama The Beach Club, è proprio accanto all’Hard Rock Hotel e per raggiungerlo basta prendere il bus per Playa d’en Bossa e scendere dove si trova l’Ushuaia). La spiaggia è veramente enorme e si possono praticare tutti gli sport acquatici che desideri, dalla moto, gommone, al pedalò, al famoso bananone fino all’innovativo fly board. Tutti molto costosi ma credo che la prossima volta mi farò tentare. Purtroppo il mare qui non è dei migliori ed è strano come si possa cambiare zona di pochi chilometri e trovare un mare completamente diverso. È anche questa la bellezza di Ibiza, ti sposti secondo delle tue esigenze. Ci siamo lasciati tentare e abbiamo mangiato al ristorante del Lido, rimanendo soddisfatti del cibo ma anche un po’ delusi scoprendo che in gran parte dei ristoranti del centro e delle zone più cool viene applicata anche l’iva…e il prezzo sale e sale!

L’Ushuaia è la discoteca più grande di Ibiza e ha anche un suo hotel. Se siete dei grandi festaioli con un sostanzioso cash a portata di mano vi consiglio le camere che danno sulla discoteca per potervi godere tutte le serate comodamente dal balcone e magari scendere solo se si vogliono fare conquiste. I prezzi vanno da 400 euro a notte. I biglietti per entrare sono nella norma, 60/70 euro, con i braccialetti 40 euro entro le 18.00. Le serate all’Ushuaia iniziano sempre alle 17.00 per finire alle 24.00 spaccate, così si ha anche il tempo di andare in un’altra discoteca. Ogni giorno della settimana è dedicato a un dj che porta con sé altri dj. La scorsa stagione che si è appena conclusa aveva il seguente calendario: David Guetta and friends il lunedì, Hardwell il martedì. Axwell Ingrosso il Mercoledì, Blue party il giovedì, Martin Garrix il venerdì, il sabato era la serata Ants. Come in tutte le altre discoteche non sono ammesse bevande e nemmeno selfie stick (non portateli finirebbero nel cassonetto). Vi avverto che i prezzi sono leggermente cari all’intero dell’Ushuaia, una bottiglietta d’acqua costa 9 euro e un cocktail 16 euro. Unica cosa positiva poter avere in omaggio un bel bicchiere con il logo della discoteca ma ammetto che quando ho visto ragazzi ubriachi rovesciare per terra il loro bicchiere per sbaglio ho pensato che in quel momento erano stati appena stracciati 16 euro davanti ai miei occhi! OUCH! Molto carini gli shops dedicati alle discoteche che si possono trovare anche in centro tra cui quello dell’Ushuaia e del Pacha. Piccola nota: il lunedì sera è anche la festa Flower Power al Pacha ma è un evento che coinvolge tutto il centro dell’isola perchè tutto si colora con fiori e simboli hippie. Vi ricordo che Ibiza era un’isola abitata soprattutto dagli hippie e quindi questa tradizione è rimasta soprattutto nello stile ibizenco nei bellissimi vestiti, decorazioni, accessori e ovviamente nelle bellissime corone di fiori.

Un’altra cosa importante da sapere a Ibiza è che ci sono delle saline, si raccoglie il sale e si vende in boccettine che possono essere usate in cucina o semplicemente da regalare come souvenir dell’isola. Un negozio molto carino che ho visitato e in cui ho acquistato anche delle simpatiche patatine con il sale di Ibiza si chiama Sal de Ibiza e si trova tra le vie dell’Old Town. Le saline si trovano andando verso la spiaggia Ses Salines e dal bus si possono vedere anche i fenicotteri, davvero uno spettacolo tinto di rosa.

10
Ses Salines
11
Ses Salines
31
Playa d’en bossa
67
Ses Figuretes
img_2625
Flowers in my hair- Apartamentos Lidos-Ses Figuretes
43
Ibiza Old Town from the boat
20
Ibiza Old town
40
Ushuaia with Ruby Rose
7
Ushuaia stage
37.JPG
Ushuaia Hotel

This summer 2016 was amazing! I can still feel the emotions and the experiences I’ve lived. It was also unexpected because I’ve visited unexpected places like Ibiza. The fact that I didn’t expect to like it has given me the chance to love it more!

Thanks to my sister Rita I had the opportunity to live this island and also thanks to my idol Ruby Rose that was djing in Ibiza! ( I can tell you that she is a very important part of this trip! I had the chance to meet her in person and it was one of the best nights in my entire life. Thank you Ruby!).

There are a lot of airlines company that get to Ibiza. We took Meridiana from Naples. It was the best option. The flight cost about 200 euros and a big luggage of 15 kilos was included in the price. When you arrive in Ibiza the best way to reach the center is getting a taxi. If you are in group of at least 4 people it’s very cheap (15 euros from the airport to Ses Figuretes, 20 minutes from the old town center). The bus is also an option but it can be more expensive. I have to say that Ibiza is a very expensive island, I had 300 euros in my pocket but maybe next time I’ll bring something more with me (but of course this depends on the kind of life you want to do on the island).

We stayed in the area of Ses Figuretes, a very quiet and comfortable place at Apartamentos Lidos, just close to the beach. It’s not far from the old town center ( just 20 minutes by feet or 10 minutes if you decide to get the sea bus, a very common used mean of transport here in Ibiza that connect the most impotant beaches of the Island. The price of the ticket is 2,50 euros) The beach here is very beautiful and you can enjoy a very relazxing day far from the “movida” of the other places. Then just few minutes walk from the apartment you can find a bus station where you can take the bus to go to Ses Salines, one of the most beautiful beach of the island. It is surrounded by wildlife and the sea is clear. Reaching this beaach you can see where the salt of Ibiza is farmed and there are also very beautiful flamingos.

Playa d’en bossa is one of the coolest beach in Ibiza beacause here there are the most important and expensive hotel of the island like the Ushuaia and the first Hard Rock Hotel in Europe. It was too expensive for us to stay here so we decided to enjoy the beach of this hotel that is called The Beach club. The prices are not so high 20 euros for one beach umbrella and one sun bed. Not so bad to spend the whole day here relaxing on these beautiful and comfortable beds. But, unfortunately the sea wasn’t so clear.

For me tourism in Ibiza is a tourism of beaches but not only. The old city center is very beautiful and suggestive, above all on Mondays nights when there is the Flower Power party (that continue at Pacha disco every Mondays nights). Do you know that Ibiza was an island of hippie? Well, you can see it in the shops where you can buy typical dresses! I can’t resist to the crown of flowers I bought on the beach! I could wear it all the day long! ( I did it in Ibiza!) Then Ibiza is famous for its nightlife and discos. You can’t come here and stay at home! You have to go ( at least one night) to a disco! I chose Ushuaia the biggest disco in Ibiza. Wednesdays were dedicated to Axwell&Ingrosso and its friends and on 3rd August there was my Ruby Rose! So I couldn’t miss that! It was an amazing night! The parties at Ushuaia starts at 5 p.m and ends at 12 p.m so you have the time to join other parties in the island. The atmosphere is really cool and the price of the ticket is 60/70 euros. But you can save some money if you get the bracelet on the beach during the catwalks of the different discos ( this is a very tradition here in Ibiza. You are on the beach and you see all the opportunities for the night). Be careful: you can’t enter with food or drinks and the prices inside are very very high! 9 euros for a bottle of water and 16 for a cocktail!

9
Ses Figuretes
IMG_4220.JPG
Ses Salines

25

29

4
Ushuaia
111
Ruby Rose djing at Ushuaia
img_2966
Axwell Ingross at Ushuaia

Useful Links/Link utili

https://www.meridiana.it/home/index/it/

http://www.apartamentoslido.com/

http://www.ibiza.travel/it/transporte.php

http://www.seabusibizatown.com/

https://www.ushuaiaibiza.com/

http://www.hrhibiza.com/

Annunci

18 pensieri riguardo “Ibiza: the unexpected Island (pt.1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...